La Battaglia di Loano
Sito di informazioni storiche militari e ricerche
Designed by Claudio Arena
Home
Storia
Archeo
Foto Sat
Copyright © 2004 by Claudio Arena   •   All Rights reserved   •   E-Mail: fortezzesavonesi@libero.it



descritta da C.Botta 1798-1814

Così si preparava la battaglia di Loano, assai famosa pel valore mostrato dai soldati repubblicani, e per la perizia dei generali loro, specialmente di Massena , che ebbe la principal gloria di questo fatto. Era la fronte dei Francesi in tal modo ordinata, che posando con l ala dritta sulla rocca del Borghetto bagnata dal mare , e passando per Zuccarello e per Castelvecchio, dov  era la battaglia, andava con la sinistra a terminarsi su i monti, che sono in prospetto di quelli della Pianeta e del San Bernardo per alla via verso Garessio. Reggevano la destra Scherer, che aveva con se i soldati dei Pirenei, ed Augereau che gli aveva condotti, la mezza Massena, la sinistra Serrurier. I confederati stavano schierati di modo che l ala loro da mano manca, governata da Wallis , occupava Loano, la battaglia condotta da Argenteau Roccabarbena, e la destra composta in gran parte di Piemontesi, e retta da Colli, si stendeva su i monti della Pianeta e del San Bernardo. Parendo a Devins che tutti questi siti forti non bastassero ad assicurarlo , aveva, come guardie avanzate, fatto tre campi forti, due innanzi a Loano sulla cima di tre monticelli muniti di trincee e d artiglierìe, e nella terra di Toirano , un terzo per la sicurezza della mezzana più in su a campo di Pietra. Ma come prudente capitano, prevedendo gli accidenti sinistri, aveva munito di genti e d  arti gliene dietro il corpo di mezzo, non solamente Bardinetto e Montecalvo, ma ancora più dietro, qual ultimo presidio e schiera soccorrevole, i monti di Melogno e di Settepani. Par tal modo si vede che Devins aveva ottimamente preveduto , donde doveva venire il pericolo, e provvedutovi ancora efficacemente ; ma quello, che poco dopo succedette, dimostrò quanto sia vero , che non vale buon consiglio solo contro buon consiglio ajutato da un sopraeminente valore. Resta però, che l infelice uscita della battaglia di Loano non dee imputarsi al generalissimo Austriaco ; ma bene si vedrà, se i posteri non potranno con ragione accagionarne Argenteau , il quale, o non istando sulla debita guardia prima del pericolo, o perdutosi di consiglio , quando ei sopravvenne , mancò tanto di valore, quanto aveva Devins abbondato di prudenza. Separava i due eserciti una valle profonda, il cui fondo bagna il piccolo fiumicello, che corre tra Loano ed Albenga. Il giorno diciassette novembre per riconoscere i luoghi, e per assaggiar 1-  inimico, Massena commise al generale Charlet, che assaltasse il posto di campo di Pietra , il quale, sostenuto un furioso urto , si arrese. Questa fazione terribile presagio di battaglie più gravi, ed indizio probabile di quanto i Francesi avevano in animo di fare, non tenne tanto avvertito Argenteau, che pensasse a starsene avvisatamente. Era la notte dei ventidue novembre, quando Massena, raunati i suoi, così lor disse : « Soldati, il ricordare valore a «voi fora piuttosto ingiusta diffidenza, che giusto

« incoraggiamento ; bastò sempre per animarvi a vinte cere, il mostrarvi dove fosse il nemico. Ora, quante tunque più numeroso di voi, si è riparato alle rupi, « confessando in tal modo coi fatti più che con le pace role, che ei non può stare a petto vostro. Ma che « rupi o quali precipizj possono trattenere i soldati « della repubblica? Voi vinceste le Alpi, voi gli Apen« nini già più volte, e costoro, nuovi compagni vos« tri, vinsero i Pirenei : vinsero essi i soldati di Spati gna, voi vinceste quei di Sardegna e dell imperio: te ma Sardegna ed imperio continuano affrontarvi ; « però voi un  altra volta vincetegli, voi fugategli, te voi dissipategli, e fia la vittoria vostra pace con « l Italia, come fu la vittoria loro pace con la Spagna. « Questi ultimi re, non ancora fatti accorti dalle sconte fitte, osano , con l armi impugnate, stare a fronte « della repubblica ; ma voi pruovate loro con l opere, « che nessun re può stare armato contro di noi ; e poi« che aspettano l estremo cimento , fate eh  esso sia « 1  estremo per loro. »
Bandiera Austriaca
Bandiera Francese
Battaglia di Loano 1
Battaglia di Loano Satellite
La battaglia di Loano colore
La battaglia di Loano colore2
Armi
Napoleone:
La Battataglia di Montenotte
Dego
Loano
Giovo Ligure
Metal Detector
--------------------
Difesa da costa
Fortificazioni dell'800'
--------------------
Fortificazioni dal XVI al XVIII sec